Home Page  |  Press Area  |  Contatti

,

 
● #CittàdelLibro2017 ● Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (Gianni Rodari) ● #CittàdelLibro2017 ● I Cammini dell'Uomo ●

Aldo Augieri – Le Bagatelle di Lady Macbeth da Shakespeare a Céline

 

Informazioni Evento
Autore: Augieri Aldo
Libro: Le Bagatelle di Lady Macbeth da Shakespeare a Céline
Editore: Titania
Data: giovedì
11 Dicembre 2014 – Ore 11:00

Sala: Saletta Cultura
Dialoga con: Gabriella Maci (Liceo Scientifico “F. Redi” Squinzano)

aldo augeri Biografia

Nato a Ceglie Messapica (BR) il 4 luglio 1976, si laurea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi del Salento.
A livello di ricerca è impegnato in varie Biblioteche universitarie, per attività di approfondimento nell’ambito degli studi di Critica Semiologica, riferita, in particolare, ai testi letterari e teatrali del 900 europeo.
Alla scrittura metodologica e scientifica, il candidato aggiunge anche elaborazioni proprie di testualità teatrale, alcune derivanti da un’attività di riscrittura di testi teatrali scritti da autori fondamentali della letteratura mondiale contemporanea, quali Carroll, Borges, Kafka e lo stesso Klossowski. Nel 2000, dopo aver maturato un’esperienza testuale di studio semio-teatrale, a livello internazionale, fonda la Compagnia scenica “Asfalto Teatro”, accompagnandone l’attività operativa con la scrittura e la regia delle seguenti produzioni: Ex-stasis (scritto e rappresentato nel 2000); Guai in un paese di utopia (scritto e rappresentato nel 2001); Leccesso (riscrittura di un testo narrativo di Borges). Dal 2013 è Direttore artistico del Teatro d’Ateneo dell’Università del Salento.

Le-bagatelleDescrizione

Quest’opera, questa visitazione, questa riscrittura intertestuale di concatenamenti e testi comunicanti è stata scritta seguendo un continuo richiamo tra la scena e la pagina shakespeariana- ciò che da una parte si disfa dall’altra si crea – alla ricerca ‘ri-scrivente’ di un montaggio che sferri il colpo, che mozzi il fiato, seguendo regole compositive ferree, segrete. Tutto sta nel meccanismo messo in gioco; il resto è un incantesimo dal quale ci si sveglia solo a spettacolo finito – ( sei sicuro Bob che ci si svegli?) – poi si rimane col guscio vuoto, corpi in attesa di altre visite – menti in agguato pronte a catapultarsi in qualunque vicenda abbia la forza di apparire quasi reale, quasi contorta, quasi semplice, quasi assurda! La superficie della scena ha regole tutte sue, che la superficie cartacea, con enormi sforzi, cerca di rispecchiare. Datemi una trama ed io cercherò solo come uscirne, come farla vibrare, come portarla a temperature tonali in cui tutto sta per bruciare…sta per venire giù…eppure si tiene in piedi.
Dall’opera di Céline si iniettano nella scrittura di Shakespeare i puntini di sospensione … ad un tratto gli elementi della tragedia oscillano … sbandano … ballano…Céline vittima di guerra con un fischio perenne nella testa fischietta nella scrittura…Shakespeare in tutù scorre sulla punta dei piedi…INIEZIONE-SHAKERAGGIO-INFUSIONE…ecco i termini che servono per comporre una scrittura di scena: per la cui configurazione ho solo tentato di rosicchiare le parole e di aggiungere uno squittìo impercettibile nella voce degli attori.

 



Fondazione
Trasparenza
Edizioni Passate
Come Raggiungerci
Press Area
Staff-Contatti


Fondazione Citta' del Libro Onlus -
P. Iva: 03666590751
Via San Giuseppe, 30 - 73012 Campi Salentina - LECCE
Tel. 0832.720687 - 0832.720688 - info@cittadellibro.net

Privacy e Note Legali  |  Sitemap XML

 

Seguici sui Social