Home Page  |  Press Area  |  Contatti

,

 
● #CittàdelLibro2017 ● Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (Gianni Rodari) ● #CittàdelLibro2017 ● I Cammini dell'Uomo ●

Emanuele Macaluso – Comunisti e riformisti. Togliatti e la via italiana al socialismo

Informazioni Evento
Autore: Emanuele Macaluso
Libro: Comunisti e riformisti. Togliatti e la via italiana al socialismo
Editore: Feltrinelli
Data:
Sabato 14 Dicembre 2013 – Ore 19:00

Sala: Auditorium
Dialoga con: Romigio Morelli – Antonio Maniglio

macalusoBiografia
Caltanissetta 21 marzo 1924. Politico. Dal 1947 al 1956 segretario regionale della Cgil in Sicilia. Eletto alla Camera con il Pci nel 1963, 1968, 1972, al Senato nel 1976, 1983, 1987, 1992. Giornalista. Dall’82 all’86 fu direttore dell’Unità. Adesso direttore del mensile Le ragioni del socialismo. Ex editorialista de il Riformista (dove si firmava Em.Ma., come nei corsivi de l’Unità), lo lasciò in polemica con il cambio della guardia al vertice del giornale nel marzo 2008: spiegò che Paolo Franchi, il direttore uscente, aveva dimostrato «grande attenzione a tutte le questioni del socialismo italiano ed europeo»; il rientranteAntonio Polito, invece, considerava «il socialismo morto e sepolto» a favore del Pd. Scrive anche sul Mattino, l’Unione Sarda e La Stampa. «Sono l’unico uomo politico del Pci che non ha mai parlato con Craxi».

Descrizionemacalusolib
Quando Palmiro Togliatti rientra in Italia nel 1944, si trova di fronte a dei passaggi delicatissimi. La Resistenza e la Liberazione, poi l’Assemblea costituente e le prime elezioni repubblicane. Il Pci deve trovare una sua strada tra opposte possibilità che lo accompagneranno per decenni: imporsi come partito insurrezionalista e rovesciare il sistema; oppure lavorare dall’interno del sistema, conquistare i propri obiettivi passo dopo passo contro il massimalismo e affermare la propria appartenenza al tessuto istituzionale italiano per un transito graduale al socialismo. Emanuele Macaluso riflette sulle diverse anime del Pci di Togliatti, e per quella via sulla vocazione sfaccettata e contraddittoria della sinistra italiana. Rifiuta i luoghi comuni e le soluzioni preconfezionate, e intreccia nel suo racconto fili di colori diversissimi. La riflessione storica. La testimonianza di chi ha attraversato da protagonista quell’intera stagione. La drastica lucidità di chi guarda quelle vicende a cose fatte: dopo la caduta del Muro, dopo la dissoluzione del Pci e della sinistra italiana, dopo che un ex dirigente del partito è stato eletto per due volte alla più alta carica dello stato. La tesi di Macaluso è provocatoria. La cosiddetta “doppiezza” di Togliatti coincideva con un’attenta strategia politica, rimasta viva fino a Berlinguer. Dopo l’89 e la svolta della Bolognina, quella strategia fu rimossa insieme alla figura di Togliatti e di altri leader storici, lasciando la sinistra orfana di un progetto. Un’altra strada sarebbe stata possibile. Forse, un’altra strada è ancora possibile.



Fondazione
Trasparenza
Edizioni Passate
Come Raggiungerci
Press Area
Staff-Contatti


Fondazione Citta' del Libro Onlus -
P. Iva: 03666590751
Via San Giuseppe, 30 - 73012 Campi Salentina - LECCE
Tel. 0832.720687 - 0832.720688 - info@cittadellibro.net

Privacy e Note Legali  |  Sitemap XML

 

Seguici sui Social