Home Page  |  Press Area  |  Contatti

,

 
● #CittàdelLibro2017 ● Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (Gianni Rodari) ● #CittàdelLibro2017 ● I Cammini dell'Uomo ●

Jabbar Yassin Hussin – Sogno di Bagdad

 

Informazioni Evento
Autore: Jabbar Yassin Hussin
Libro: Sogno di Bagdad
Editore: Poiesis
Data:
domenica 14 Dicembre 2014 – Ore 17:30

Sala: Sala Mediterraneo
Dialoga con: Giuseppe Goffredo

 

jabbar-yassin-hussinBiografia

Nasce a Baghdad nel 1952. È considerato il più grande scrittore iracheno vivente. In esilio dal 1976 in Francia, per sfuggire alla dittatura di Saddam Hussein, torna nel suo paese di origine nel 2003, dopo 27 anni, per testimoniare personalmente la riconquista della democrazia. Intellettuale di prestigio internazionale, a partire dal 1984 pubblica novelle e testi di poesia su riviste francesi: Brèves, Roman, Contre Ciel, Sud, Levant, Aube… Nel 1991 pubblica Aux rives de la Folie l’Harmattan. Nel 1993 esce, edito da Edition Parole d’Aube Kichkano – Alfil Editions, Un ciel assembri d’étoile e Terre d’oubli, entrambi tradotti in Italia a cura di Lucy Ladikoff, Edizioni Aracne – Roma (2006). Nel 1996 è autore di un’opera teatrale: L’Absent (L’Assente). Dal 1990 al 1992, dirige gli incontri poetici franco-arabi di Poitiers e nel 1993-1994 L’Incontro Internazionale della Poesia a La Rochelle. Particolarmente intensa è la sua attività nel campo della informazione culturale, convinto del ruolo fondamentale che la cultura può svolgere per l’affermazione dei valori dell’uomo: è redattore della rivista dell’Istituto del Mondo Arabo a Parigi, Qantara e della rivista araba Kassa a Londra. Fa parte del Comitato Scientifico del Laboratorio Progetto Poiesis e dei Seminari di Marzo. Numerosi suoi scritti e poesie sono stati pubblicati sulla rivista Qui.
Nel 2000, viene pubblicato il suo maggior romanzo Il lettore di Baghdad (Poiesis Editrice – Alberobello 2008) e successivamente Addio bambino (Poiesis Editrice – Alberobello 2009)

 

sogno di bagdadDescrizione

Jabbar Yassin Hussin è uno scrittore nato e cresciuto a Baghdad lungo le rive del Tigri. Poi l’ha dovuta lasciare ma non ha mai smesso di sognarla. La favola di Jabbar racconta, allora, di un grande palazzo con la cupola turchese costruita da un re avido e violento. Egli sarà inviso al suo popolo. Il palazzo rimarrà un giorno nelle mani della regina Zubayda che governerà con saggezza il suo popolo. Salim e Halim anche loro sentiranno parlare di quel palazzo favoloso abitato dalla dinastia dei Ğinn. In quel luogo fatato ci sono uccelli color topazio e alberi dalle foglie d’avorio, un’upupa, gemme, tesori, cavalli e predatori. Halim parlando di quel luogo straordinario un giorno vede uscire dalla bocca del suo padrone una farfalla bellissima che si allontana libera nell’aria. Allora Halim e Salim comprendono che ognuno può sognare per desiderare cose straordinarie. Ogni sogno diverrà una nuova colorata farfalla, ogni racconto si intreccerà con un altro racconto, e libererà nell’aria altre verità e porterà la storia un po’ più lontano.



Fondazione
Trasparenza
Edizioni Passate
Come Raggiungerci
Press Area
Staff-Contatti


Fondazione Citta' del Libro Onlus -
P. Iva: 03666590751
Via San Giuseppe, 30 - 73012 Campi Salentina - LECCE
Tel. 0832.720687 - 0832.720688 - info@cittadellibro.net

Privacy e Note Legali  |  Sitemap XML

 

Seguici sui Social