Home Page  |  Press Area  |  Contatti

,

 
● #CittàdelLibro2017 ● Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (Gianni Rodari) ● #CittàdelLibro2017 ● I Cammini dell'Uomo ●

Monica Priore – Il mio mare ha l’acqua dolce

 

Informazioni Evento
Autore: Monica Priore
Libro: Il mio mare ha l’ acqua dolce
Editore: Mondadori
Data:
giovedì 11 Dicembre 2014 – Ore 10:00

Sala: ITC “F.Redi” – Aula Magna
Dialoga con: Pasquale Ventimiglia (Istituto “Agostinelli” Ceglie Messapica)

 

 

monicaprioreBiografia

Monica Priore ha scoperto di avere il diabete melillo di tipo 1 a soli cinque anni. Nonostante la brutta notizia, né lei né la sua famiglia si sono dati per vinti. Dopo un’adolescenza tumultuosa, in cui Monica si rifiutava di accettare la propria malattia, ad un certo punto scopre «lo sport: ed è stata una rinascita». Comicia a nuotare, e a gareggiare con atleti importanti, finché il 21 luglio 2007 compie la traversata a nuoto dello stretto di Messina. E non basta: il 4 settembre 2010 ha nuotato per 21 chilometri, arrivando da Capri a Meta di Sorrento, nel Golfo di Napoli. Monica continua con successo la sua carriera atletica, e nel 2014 esce per Mondadori il suo primo libro Il mio mare ha l’acqua dolce, in cui afferma «Ho sfidato il diabete. Ho conquistato una vita eccezionalmente normale».

ilmiomarehal'acquadolceDescrizione

“Mi sono ammalata a cinque anni. Era estate, le vacanze appena cominciate. Io ero una bambina con i riccioli, volevo costruire castelli di sabbia in spiaggia con mio fratello e i miei cugini, ma ho dovuto cambiare programma. Siamo tornati in città e le vacanze le abbiamo passate nel reparto di Diabetologia per adulti. Avevo braccia lunghe e magre, livide dal gomito in giù: mi facevano un buco ogni due ore. Ora le mie braccia sono remi: sento la forza che irradiano, sento i muscoli tendersi, le spalle ruotare, le mani irrigidirsi nell’impatto con l’acqua. A ogni spinta avanzo, a ogni spinta mi allontano dalla Monica che ha sofferto, che si è sentita in colpa per essersi ammalata, che si è sentita vittima. Toccare riva è il mio riscatto, la mia conquista. Poche bracciate ancora e sono libera: libera dalla mia rabbia, libera dall’idea di me come malata. Libera di essere solo Monica, la fondista, la prima donna diabetica di tipo 1 in Europa ad avere attraversato a nuoto lo stretto di Messina.” Se Monica Priore avesse dato retta ai medici, oggi non sarebbe più sana e nemmeno più felice. Impugnando la diagnosi di diabete di tipo 1, la medicina ufficiale la obbligava a una specie di vita a ostacoli: dieta ferrea, tanta insulina, orari rigidi e una blanda attività fisica per scongiurare il rischio di crisi ipoglicemiche. Un vero inferno. Ma Monica ha sempre sentito nel profondo della sua anima che, se avesse imparato a gestire la sua malattia, avrebbe potuto condurre una vita quasi normale. E oggi lo dimostra al mondo intero con le sue “eroiche” traversate a nuoto in mare aperto, miglior testimonial possibile per le persone che lamentano la stessa patologia. Il suo scopo ultimo non è toccare terra tanto per il gusto dell’impresa: è dimostrare al mondo che il diabete è una malattia ma non una barriera, e che imparando a gestirlo si può vivere una vita attiva e felice.



Fondazione
Trasparenza
Edizioni Passate
Come Raggiungerci
Press Area
Staff-Contatti


Fondazione Citta' del Libro Onlus -
P. Iva: 03666590751
Via San Giuseppe, 30 - 73012 Campi Salentina - LECCE
Tel. 0832.720687 - 0832.720688 - info@cittadellibro.net

Privacy e Note Legali  |  Sitemap XML

 

Seguici sui Social