Chi siamo

Alla sua XXII edizione parte dalla piazza del Sud del Mondo a Campi Salentina (LE) una nuova Città del Libro che vuole specializzarsi nel rapporto con il mondo arabo e mediterraneo: “Nel nome di Abramo”.
Abramo, carismatico profeta del racconto biblico, il cui nome significa “padre di molti popoli”, costituisce un riferimento culturale fondamentale e unificante per le principali religioni monoteiste: l’ebraismo, il cristianesimo e l’islamismo.

Abramo come figura simbolica da cui partire per riflettere sul Mediterraneo come luogo di incontri e occasioni di scambi e dialoghi interculturali tra popolazioni che vivono affacciate sullo stesso mare: la storia di Abramo, infatti, ci parla ancora oggi della validità del cammino e della ricerca dell’essere umano nella realizzazione di un nuovo umanesimo. Ed è questo il nostro intento: costruire ponti culturali, sociali, civili ed economici con questi luoghi del mondo che pur a noi così vicini ci sembrano lontani e sconosciuti e, a volte, misteriosi.

La prima edizione della Città del Libro, promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Egidio Zacheo, si tenne a dicembre 1995, e venne intitolata “…per amore del libro”. Vi parteciparono Nando Dalla Chiesa, Emanuele Macaluso, Alda Merini ed Elio Veltri. L’idea della manifestazione nacque come riscatto del territorio martoriato negli anni precedenti dalla cruenta guerra di mafia scatenata dalla Sacra Corona Unita che in Campi Salentina aveva la sua roccaforte.

 

Nel 2002, fu istituita la “Fondazione Città del Libro onlus” che si dedica esclusivamente alla rassegna e ad altre iniziative dedicate al libro e alla lettura nel Salento. Con l’edizione dello stesso anno sono introdotti stand e laboratori creativi riservati alle scuole e finalizzati a sensibilizzare gli studenti alla lettura.

Da quest’anno con la direzione artistica di Alessandro Valenti parte da Campi Salentina una nuova Città del Libro che vuole specializzarsi nel rapporto con il modo arabo e mediterraneo: “Nel nome di Abramo”.

Non un luogo dove si presentano semplicemente libri ma promozione di una comunità che si senta unita da uno stesso obiettivo: costruire ponti e non muri.

“Abbiamo deciso di guardare verso il sud del mondo: l’Africa, il Mediterraneo. Mi sono detto: facciamo partire dalla Città del Libro un nuovo Erasmus verso l’Africa. Abbiamo invitato i rettori delle principali università del maghreb arabo e con loro firmeremo un apposito protocollo d’ intesa finalizzato anche all’interscambio di docenti e studenti. Dalla piazza di Campi Salentina lanciamo un’idea innovativa, dirompente: ragazzi potete andare a studiare anche in Africa, non è obbligatorio andare al nord, anche il sud del mondo esiste. Si proprio così, perché a volte sembra che questa area geografica non esista dentro il nostro immaginario se non per segnare una presenza malvagia, il terrorismo e cose simili.”

Alessandro Valenti

 

“Il Salento di Vittorio Bodini, ma anche quello di Tito Schipa, di Carmelo Bene, o quello di Edoardo Winspeare, di Mario Perrotta, di Alessandro Valenti e di tanti altri contemporanei, è vivo e pronto per una “Svolta mediterranea” e la Città del Libro di Campi Salentina si candida ad essere la Piazza del sud del mondo, creando ponti tra le culture di tutte quelle nazioni che circondano il Tacco d’Italia. Per riuscire in questo importante e lungimirante progetto tutte le istituzioni e tutti i cittadini devono connettersi e andare avanti insieme. Dobbiamo, come amava dire Carmelo Bene, essere “un Ulivo sradicato che cammina”…per incontrare l’Altro.”

Cosimo Durante

 

Alessandro Valenti, Direttore artistico                 Cosimo Durante, Presidente 

     

 

 

 

DIRETTIVO DELLA CITTA DEL LIBRO

DIRETTIVO DELLA CITTÀ DEL LIBRO

  • Presidente: Cosimo Durante

  • Direttore Artistico: Alessandro Valenti

  • Vice Presidente: Tonio Cantoro

  • Membri: Cosimo Valzano, Laura Tolardo, Maria Rosaria Ingrosso, Bledar Torozi, Novella Miglietta, Francesco Maci, Antonio Arsena.

  • Rappresentante della Città di Campi Salentina: Angelo Sirsi

    Responsabile Amministrativo: Luigi Trevisi