25/11/2017
22:00
Spettacolo

Disegnare con le parole

Reading artistico dei versi del grande poeta siriano Nizar Qabbani. Voci: Nabil Bey e Massimo Colazzo


“La nostra libertà è disegnare con le parole”
(Nizar Qabbani)

“Disegnare con le parole” è un progetto che nasce da un’idea di Nabil Bey (Nabil Salameh) e Massimo Colazzo, con la collaborazione di Carlo Mazzotta.

“Disegnare con le parole” è un reading artistico che propone un viaggio
sensoriale nei versi delle poesie di Nizar Qabbani attraverso le voci narranti di
Nabil Bey e Massimo Colazzo.
Le letture sono tratte dal repertorio del grande poeta siriano Nizar Qabbani, uno
dei più importanti e famosi poeti arabi contemporanei. La prima traduzione
italiana di un’antologia intera di Qabbani , “Le mie poesie più belle”, di cui Nabil è
co-traduttore, è del 2016 per i tipi di Jouvence. Amore, erotismo, sesso e
emancipazione della donna nella società araba sono gli argomenti principali delle
sue poesie.
Le letture poetiche saranno accompagnate da una cornice musicale e da
ambientazioni sonore che faranno da ricamo emozionale ai versi di Qabbani, che
risuoneranno in lingua originale nella voce araba di Nabil e prenderanno forma in
italiano nelle vibrazioni della voce di Massimo Colazzo.
Una dualità narrativa che dapprima vuole condurre l’ascoltatore dentro i suoni
originali delle poesie di Qabbani, attraverso la musicalità dei versi declamati in
arabo che riporterà in scena il loro suono autentico, per poi svelare il mistero e
scoprire pian piano le immagini disegnate dal poeta con le parole, quando gli stessi
versi riprenderanno forma in italiano.“Disegnare con le parole” è una lettura a
due voci che vuole fondere il suono primitivo delle parole di Qabbani e il senso
delle stesse. Il suono che accarezza il cuore e il senso che inebria le mente.