Home Page  |  Press Area  |  Contatti

,

 
● #CittàdelLibro2017 ● Vorrei che tutti leggessero, non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo (Gianni Rodari) ● #CittàdelLibro2017 ● I Cammini dell'Uomo ●

SPETTACOLI: Scuole secondarie di II° Grado

ASSEDI

di Accademia della Minerva

sabato 13 dicembre ore 09:00

 

ASSEDI

Costantinopoli ed Otranto, la seconda Roma e la porta che conduce alla prima Roma, 1453 e 1480, Maometto II, monoteismo, molti, troppi i punti di contatto fra queste due dirompenti vicende storicamente documentate, perché non si comprenda quanto facciano parte di un disegno di proporzioni epocali nella mente dello stratega Maometto II.
Mesi di assedio e di sangue, di morti innocenti e di morti cercate, e su tutto questo, nell’impossibilità di contrastare veramente la volontà fagocitante dell’uomo: due Cattedrali, due luoghi di culto pensati per manifestare la gloria e l’onnipotenza del Signore. Due luoghi in pietra e oro, che vengono profanati e violati con una cattiveria che palesa l’oltraggio nei confronti di un pensiero divergente, da piegare, da annientare. C’è un forte parallelismo fra la Cattedrale di Otranto, Santa Sofia di Costantinopoli e la donna, le donne, gli esseri che forse più di tutti gli altri, subiscono indelebilmente la violenza della guerra, quando questa dirompe. La donna, che spesso non viene uccisa, come accade al prode uomo in arm; la donna che viene trafitta dal male peggiore, quello dell’oltraggio, della profanazione, che non ti uccide nel corpo ma ti deflagra nell’anima e ti disintegra nella gioia e nella voglia di vivere….

Che sia, quindi, meglio la morte?
orizzontale

FALCONE E BORSELLINO – Storia di un dialogo

Tre quadri di F.Mariano

Compagnia Tèmenos – Recinti teatrali

Prod.Coop. Gli In-disciplinati

sabato 13 dicembre ore 11:00

FALCONE-BORSELLINO

Intervengono:

Rita Borsellino

Roberto Tanisi
(Presidente Corte d’Assise Lecce)

Francesca Mariano
(Giudice Corte d’Assise Lecce e autrice del testo teatrale)

 

A ventidue anni dalla morte dei due eroi nazionali, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, la coop. Gli In-Disciplinati presenta la compagnia Témenos – Recinti Teatrali, che propone un momento di riflessione e celebrazione con un testo scritto dal giudice Francesca Mariano, magistrato della Corte d’Assise di Lecce.

Un dialogo in tre quadri, ricostruito in tre momenti diversi della storia comune dei due magistrati amici.

1 quadro: il soggiorno forzato all’Asinara per scrivere la storica sentenza del Maxiprocesso;

2 quadro: casa Falcone, poco dopo la bomba all’Addaura;

3 quadro: Paolo Borsellino, nel giorno dell’attentato di via d’Amelio.

Tra un quadro e l’altro, si alternano le testimonianze di Maria Falcone, sorella di Giovanni, e Agnese Borsellino, moglie di Paolo.
Le parole e i pensieri si accavallano, le figure, colte in momenti critici della loro attività di magistratura, diventano umanissime e gigantesche.

orizzontale

 



Fondazione
Trasparenza
Edizioni Passate
Come Raggiungerci
Press Area
Staff-Contatti


Fondazione Citta' del Libro Onlus -
P. Iva: 03666590751
Via San Giuseppe, 30 - 73012 Campi Salentina - LECCE
Tel. 0832.720687 - 0832.720688 - info@cittadellibro.net

Privacy e Note Legali  |  Sitemap XML

 

Seguici sui Social